Ass. Cult. DisorderDrama

AdD520 Duds – postpunk da Manchester

Arrivano per la prima volta in Italia e a Genova i DUDS, nuova scoperta di casa Castle Face, che mischia irruenza post punk e divertimento garage. In sette sul palco con percussioni e fiati, riescono a rinverdire i fasti del genere al quale la loro città, Manchester, tanto ha dato. Ritmi sincopati, chitarre impazzite, vocalismi tra i Devo in acido e gli A Certain Ratio.

Evento su facebook: https://www.facebook.com/events/137744386917293/

Ingresso : Intero 7€ / Ridotto Soci 5€

—————————————————-

Duds
(Castle Face – Manchester UK)
post punk

info: I Duds si sono formati a Manchester nel 2015, sull’onda del revival del sound di band quali Fire Engines, A Certain Ratio, Devo. Dopo essersi innaffiati i piedi sui palchi dei maggiori festival inglesi hanno pubblicato il primo ep, NLP, che è un volo a bassa fedeltà nell’urgenza di chitarre scattose, batterie sincopate e voci distaccate. A Marzo 2016 hanno pubblicato il secondo ep, Unfit For Work prima di essere scritturati dalla Maternal Voice, tra Stoccolma e Manchester, per pubblicare un singolo. Wet Reduction è uscito alla fine dell’anno e il suond è decisamente cresciuto.
La band ha continuato a fare un sacco di date e la loro musica è arrivata alle orecchie della blasonata Castle Face (di proprietà dei The Oh Sees) che ha rilasciato a settembre 2017 il nuovo disco intitolato Of a Nature or Degree; il disco è stato prodotto dalla band e da Patrick Crane dei Sex Hands e ha raccolto unanimi consensi finendo in più d’una classifica di fine anno.

press: “self-effacing in the way only the British can be.” Colin Newman (Wire)- The Quietus
When I was first told about Duds, it came with the considered opinion that the guys were far from what you’d call ‘careerists’. ‘They don’t take themselves too seriously’ was another comment. I could have taken this as a warning that they weren’t in it for the right reasons – but that couldn’t be further from the truth. From my perspective Duds simply won’t bend over backwards to “get on”. They do what they do and you can take it or leave it. I took it – with both hands…with a vice-like grip. They have the invention and urgency of Edinburgh legends The Fire Engines. The Post-Punk ethic. Short songs, short sets = short album. They’re one of the most thrilling bands I’ve seen in years – and the fact that they’re releasing this brilliant piece of work on the Castle Face label adds the last piece of a perfect ‘outsider’ jigsaw puzzle. Duds sitting alongside Oh Sees, Ty Segall, White Fence, Useless Eaters et al. THERE IS A GOD!” – Marc Riley- BBC6, June 2017

facebook: https://www.facebook.com/dudsdudsdudsduds/
audio: https://dudsdudsduds.bandcamp.com/
video: https://www.youtube.com/watch?v=c_yvJfFl_y4&feature=youtu.be
video live: https://www.youtube.com/watch?v=UrI-lF4-ayc