Ass. Cult. DisorderDrama

Giovedì Off 3#15 – Le Man Avec Les Lunettes + I Am Oak

Le Man Avec Les Lunettes
(We Were Never Being Boring – Brescia ITA)
indie pop corale
I Am Oak
(Snowstar – Utrecht NL)
folk pacato
Mole People
(Genova ITA)
vaudeville ukulele e tromba

Il miglior gruppo indie pop italiano? Fedeli alla linea fredda del nord europa ma caldi nei mezzi ed educati nei modi, dopo essere stati headliner di una passata e fortunata edizione del nostro Rural Indie Camp interrompono le registrazioni del loro nuovo disco per venirci a presentare i pezzi nuovi. In apertura il pacato folk alla Fleet Foxes, lo sappiamo che vi piacciono, di I Am Oak e le curiose incursioni dei Mole People.

E giovedì verso le 18 tornate qui, o sul nostro gruppo su facebook o sull’evento, che posteremo come al solito un minutino di intervista/soundcheck in diretta dalla Claque!!!

Tutte le settimane disorderdrama.org porta grandi nomi alla Claque. Non mancate! La crema della musica underground fa tappa a Genova nella splendida cornice della terza sala del Teatro Della Tosse. Un ambiente speciale e particolare, per gustare al meglio le performance dei migliori artisti in tourneè in Europa.

L’evento su Facebook: http://www.facebook.com/events/346671685355576/
L’evento su Last.fm: http://www.lastfm.it/event/3182443+Gioved%C3%AC+Off+3%2315

Le Man Avec Les Lunettes
(We Were Never Being Boring – Brescia ITA)
indie pop corale

Sito: http://www.lmall.it
Etichetta: We Were Never Being Boring http://www.wwnbb.net/

Info: Progetto italiano, nato nell`inverno del 2004, attualmente è composto da sei elementi che suonano un pop che è un poco da cameretta, un poco da party di rivista patinata ma soprattutto da cassettina per un viaggio nel nord europa. E chissà che musica li ha accompagnati durante i circa 100 concerti attraverso Italia, Francia, Svizzera, Germania, Danimarca, Svezia e Norvegia. Nel 2008, dopo una lunga serie di EP, splits, raccolte e compilations su diversi formati, i Le Man Avec Les Lunettes arrivano al loro primo album, interamente suonato, registrato e arrangiato dalla band stessa. L’album autoprodotto del 2008 “Plaskaplaskabombelibom” è una raccolta di canzoni melodiche, calde. Un’altra tornata di date del tour li ha tenuti occupati fino a metà del 2010, quando si sono presi alcuni mesi di tempo per scrivere nuovo materiale. “Sparkles” arriverà nel maggio 2011, registrato nello studio della band. La musica di “Sparkles” è costruita sull’interazione tra pochi strumenti e arrangiamenti semplici, fortemente influenzato dalla gioia del tempo libero e l’amore per il “dodicesimo tasto”. I brani registrati durante la fine del 2010 e l’inizio del 2011 si trovano insieme in una stessa “famiglia”, una “famiglia” con le radici ben salde in brani come “Crawling downstairs” (registrato per Amnesty International e Buffetlibre): unastruttura semplice, una scintillante melodia pop e un suono “moderno” prodotto con apparecchiature vintage a buon mercato.

Press: Ci si emoziona ad ascoltare questo nuovo disco dei Le Man Avec Les Lunettes. Primo, perché anche se è passato solo un anno dal precedente lavoro ne sentivamo decisamente la mancanza. Poi, perché con “Plaskaplaskabombelibom” c`è la sorpresa di un disco con pezzi totalmente nuovi ché per certi versi sembra quasi di aver la sensazione di ascoltare il loro primo, vero, lavoro dopo un passato disseminato di ep, bonus track ed edizioni speciali. C`è di nuovo anche che dopo vari tour nord europei la band si é allargata (ora ci sono anche due donne, con violoncello, fisarmonica e synth) e si sente: le composizioni hanno un respiro decisamente più ampio per gli standard ai quali ci avevano abituato gli occhialuti, gli arrangiamenti si scoprono più ricchi e ariosi e si percepisce che gli è stata riservata una perizia da artigiani. Il sound, ormai distaccato dall`intimità degli inizi, prende il volo in un pop vivacissimo, pompato e fresco in cui trovano spazio tutti gli ingredienti necessari per un disco impeccabile: gli archi, sempre presenti ad incorniciare ogni movimento con calore e sensualità, il banjo e la tromba a punteggiare di spensieratezza ed il glockenspiel, immancabile, a solleticare le orecchie. Le influenze sixties che facevano parte del corredo genetico Lmall non sono del tutto sparite, e il venticello svedese che passa dalle casse ogni volta che si ascolta un loro disco soffia ancora, ma in questo “Plaskaplaskabombelibom” c`è una sintesi irresistibile che si rivela infine il loro marchio di fabbrica: se “The Biggest Way” ha in sé un implicito omaggio ai Belle & Sebastian nel tema d`apertura, “Supermarket for Superman” è carica della spinta elettronica che anima a volte Calorifer Is Very Hot, e “Apples” profumi come gli Austin Lace, si può dire senza nessuna remora che i Le Man Avec Les Lunettes del duemilaeotto sono arrivati ancora più in alto nel ridefinire la loro squisita cifra stilistica in un pop che dalla prima all`ultima nota tradisce tutto il loro talento. Ci sarebbe poi da parlare di come sappiano essere delicati nel raccontare piccoli frammenti di vita in dei testi tanto semplici quanto leggeri ed evocativi, di come abbiano quel modo tutto loro di gasarti fin dall`inizio per poi lasciarti sospeso nell`aria in dei ponti che inchiodano all`improvviso e lasciano senza fiato, di come il loro pop sia capace di musicare i ricordi e abbracciarti come un amico. Ma a questo punto le parole non servono più e tutto quello che dovreste fare è solo muovere il dito e spingere play. da Rockit – Nur Al Habash

I Am Oak
(Snowstar – Utrecht NL)
folk pacato

Sito: http://www.iamoak.com
Etichetta: Snowstar

Info: I Am Oak è la creazione del musicista di Utrecht Thijs Kuijken. Canzoni calde e rilassanti, con una chitarra acustica e una voce come spina dorsale, arrangiate con strati strategicamente disposti di colorate armonie vocali, banjo, batteria, basso, organo minimale, tutti accuratamente registrati nella sua stanza. L`album di debutto “On Claws” è scuro e malinconico ma porta un tocco di folk inedito per i Paesi Bassi. Dopo il successo ottenuto, nel 2010, I Am Oak è tornato con il leggermente più scuro “Oasem”. La spina dorsale acustica del suo predecessore si è trasformata in una presenza costante di organi, tastiere e anche di un balafon. Con quest`album ha vinto il premio di 3voor12 come “Miglior album dell`anno” in Olanda.

Press: “The best Dutch folk album of this year” 3voor12 “Amazing!” OOR “Wonderful melodies” NRC

Mole People
(Genova ITA)
vaudeville ukulele e tromba

Info: Betta, già Adele e Gruppo Teatro Campestre, con Michele sono i Mole People. Un divertente duo di improvvide cover da cabaret, una sorta di spettacolo di vaudeville tra tromba e ukulele e grandi classici.

dDRAMA – Next

04 Dic 2022

Maury♥Tanja

22 Dic 2022

Archivio CMPSTR

Dall’ottobre 2008 al settembre 2017 abbiamo tenuto un blog su tumblr ripostando tutti link, recensioni, video e immagini su un po’ dei gruppi genovesi che combinavano sfracelli fuori dalle mura di casa. Stiamo mettendo a posto l’archivio. Buona ricerca

Tag